Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2019

LA CACCIA ALLE STREGHE DI FRANK ZAPPA

BATTISTI PER SEMPRE, ANCHE IN DIGITALE

GRETA FALL OUT

IL TRUCE GRETANESIMO

XF TERZA PUNTATA - PAGELLACCE

GRETA, CHIARA O GIUSEPPI, CAMBIA POCO

L'EGO DI GRETA

CHI COMANDA IN ITALIA?

ROSSA CENSURA D'AMORE

IL BOSS FA 70

DE LELLIS LA BEST SELLER

XF13 SECONDA PUNTATA - LE PAGELLACCE

I PASSANTI

TASSE TASSE TASSE

UN CANILE DA DIFENDERE

X FACTOR 1 - LE PAGELLE

X FACTOR SCRICCHIOLA

PER RUTH

LA DOPPIA MORALE DEI CENSORI ROSSI

LA STAGIONE DELL'AMORE

COME NON SI CAMBIA

Quando facevo il liceo avevo un gran naso e il pessimo gusto nel vestire tipico dei semplici, dei poveri di famiglia modesta: e i compagni, difatti, infierivano nei modi più fantasiosi, nasone, Battiato, Pippo Franco, le caricature in cui mi impiccavano per il naso e poi terrone, barbone, avevo scovato una vecchia atroce giacca di pelle smessa da mio padre e subito mi guadagnai il titolo di controllore dell'ATM. C'era tutto il campionario di disprezzo e razzismo democratico, perché quei compagni eran tutti di ottime famiglie – loro – civili e progressiste che, agli incontri coi genitori, facevano sfoggio di citazioni di Gaber e di De André. Poi la vita mi traslocò coi miei qui, nelle Marche, dove vivo da 35 anni e la solfa ricominciò alla rovescia: che cazzo vuoi, milanese di merda, ti spacchiamo le ossa, che c'hai da dire, faccia da nordista, tornatene a Milano, qui comandiamo noi. Io non mi sognavo proprio di comandare, ero un ragazzo nasuto e fragile che aveva solo tant…

IGGY POP - FREE

L'UNIVERSITA' DEL SINDACATO

SIMENON, L'INGIUDICABILE

PRETENDO ASILO