SCEMO E PIU' SCEMO

PRONTO, BUONGIORNO E' LA SVEGLIA

Nel Trevigiano c'è un piccolo comune, Resana, che è un laboratorio del grillismo scemo. Qui gli schieramenti si sono spezzettati, in primis la sinistra, ed ha potuto salire un incredibile personaggio che ha gestito il Comune secondo una sola regola: le mie uniche leggi sono quelle di Scientology, non della Repubblica. Tante ne ha fatte che alla fine lo hanno rimosso e lui è andato a protestare a Roma in mutande contro i vaccini. Ma è sicuro che si ricandida e non è detto che non ce la faccia una seconda volta, stante la pervicace abitudine altrui di non imparare dalle cazzate commesse. Prendiamo, su un piano nazionale, la sinistra scissionista. Quanti strateghi, quanti paleosocialisti da cantina, quanti nostalgici (a parole) da cooperativa sociale seguivano Bersani, l'uomo solo in birreria; e lo seguivano in odio e allarme contro il grillismo montante; e adesso scoprono di dover fare lingua in bocca con Grillo, a mezzo Bersani che ha aperto “alla nuova forza di centro”. Dopodiché, hai voglia a dire che grilloidi e scientologisti sono fanatici, tarati, pericolosi: perché, quelli come Bersani, dietro Bersani, quelli che sabotano i referendum e dicono “no” a tutto (ma “sì” a Grillo), che partono dal paleomarxismo e arrivano al socialfascismo alle trenette e lo chiamano “forza di centro”, che altro sono? Sono forse meglio?

Commenti