ARIA PESANTE

PRONTO, BUONGIORNO E' LA SVEGLIA

Per gli italiani di origine ebraica tira una bruttissima aria. I grillini, antisemiti da Grillo in giù, non perdono occasione per battute sopra le righe e del tutto incongrue, vedi l'ultima dell'azzimato, viscido Di Maio che paragona l'azione di Gentiloni, in definitiva, all'Olocausto, dimostrando un disprezzo preoccupante per le relative vittime. Ma è solo il capolinea – temporaneo - di una escalation che non lascia tranquilli. C'è la ricercatrice universitaria che, in odio a Israele, rifiuta una premio, c'è chi non accetta di lavorare con colleghi israeliani, c'è la Torino antisemita, scatenata con la scusa del sostegno alla Palestina, ci sono focolai e occasioni dappertutto, che l'ottimo Giulio Meotti sul Foglio s'incarica di raccogliere con spietata puntualità. Il problema è che questa colata di odio razziale, a differenza di tutte le altre, molte delle quali pretestuose, non turba nessuno e nessuno la contrasta: da destra figurarsi, perché la destra italiana è solo quella figlia del manganello; da sinistra peggio mi sento, perché la sinistra italiana ha tante anime, tutte da psicanalizzare, ma l'identico padre Marx che è quello che ha inventato l'antisemitismo moderno. Il PD fa il pescione in barile e non basta il Fiano della situazione, la sua matrice è ancora sessantottina e settantasettina e così preferisce lisciarsi l'Anpi dal reducismo intossicato che fa proiettare filmetti miserabili come “Israele il cancro” e poi finge di dissociarsi, di non essersi accorto. Sì, tira davvero un'aria mefitica, e, dovesse mai finire al governo il pupazzo di Maio, avremmo al potere due antisemiti purissimi: lui e quello che gli sta sopra, il burattinaio con l'ossessione sospetta per gli ebrei, l'estimatore di Eichmann “che aveva un ideale distorto”, il difensore di Ahmadinejad che ha ripetuto per anni di voler “cancellare Israele dal mappamondo” ma per Grillo lo traducevano male.  

Commenti

  1. Ogni tanto mi capita di leggerti e il tuo lavoro a tempo pieno mi pare che consista nel dare addosso ai cinque stelle. Questo mi farà sicuramente passare ai tuoi occhi per il classico grillino di turno, ma a dire il vero non è esattamente così. Trovo solo alquanto singolare che tutta questa tua foga combattiva venga incanalata contro chi, nel bene e nel male, non è certo il responsabile dello sfascio di questo Paese (o comunque non ancora). Insomma, hai tanti pregi ma sono giunto alla convinzione che sei intellettualmente disonesto.
    Con affetto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per il grillino di turno, se uno non aderisce al Credo è intellettualmente disonesto. Mentre l'onestà consiste nell'eludere le questioni poste dal disonesto. L'antisemitismo dei 5 stelle, per esempio...

      Elimina
    2. ...é sicuro come la morte che tu sia il classico grillino di turno! perchè, di un articolo dove il nostro Mdp accusa di antisemitismo PD, destra, M5s, Anpi e pure Marx, tu hai colto solo la critica ai tuoi amici. Non vi capirò mai. Ma è talmente divertente leggervi... :)

      Elimina
  2. In compenso abbiamo numerosi e solerti propositori di leggi contro l'islamofobia - una roba assurda già dalla parola - come il bambolotto d'oltreoceano Trudeau.
    vit

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari