IL FARO 38-39-40/2016

38 ... che a dar retta agli strateghi perdi i confronti, come il reprobo Trump. Che la gente si indigna quando non può più rubare o trasgredire. Che a forza di prevenire, si crepa sani ma si vive malati. Che la cosa più ingiusta di tutte è la Giustizia. Che il pianeta non ribolle proprio per niente, ma bisogna truccare i dati così danno altre paccate di miliardi per le energie rinnovabili, quelle che non rinnovano niente (dati, cifre, situazioni, tutto certificato: continua la campagna del Faro contro il riscaldamento delle balle). Che la Vespa compie 70 anni ed è una storia tutta da leggere (uno speciale del Faro). Che Ryszard Legutko sulla dittatura di pensiero della UE ha ragione da vendere. Che il movimento di Grillo ha bisogno di un premier, e la Brigliadori fa al caso suo. Ma che altro vuoi in un solo numero? Però solamente se ti (ri)abboni: garantito.
Il Faro, riempie il tuo fine settimana. Garantito.

39 Tutto: il rieccolo Santoro in una tivù decrepita; la cronaca di una abiura annunciata, quella dell'ecoallarmista Lovelock; le marcette della pace che non portano pace alcuna, non dicono niente, agitano bandiere di retorica (e, a volte, di ipocrisia); le inchieste, le mani pulite, le mille primavere, le rivoluzioni della legalità che sempre in restaurazioni finiscono; gli uragani di balle, che scompigliano cervelli all'ammasso; l'ultimo attentato a Gerusalemme, che, manco a dirlo, è colpa di chi lo ha subito; la lunga, nobile, ma inesorabile agonia dei Rolling Stones, che sul palco ormai amministrano una leggenda sempre più ansimante; la propaganda al posto di ogni sostanza, perché tutto è propaganda, specialmente da queste parti. Qui è il Faro: qui si parla chiaro. E chiaro si legge. Ma solo se ci si (ri)abbona: che aspetti, tu?
Il Faro, ogni fine settimana nella tua email.

40 Questi specchi. Fatti di selfie osceni. Di disinvolture. Di indulgenze e di ritardi. Di assurdità e di giochi d'azzardo, pericolosi e loschi. Specchi a un passo, sempre, dai frantumi, dall'autocompiacimento e dalla bugia. Specchi opachi, pieni di fumo, per non vederci dentro. Specchi che contengono difformità. Miraggi. Allarmi per pericoli inesistenti. Questi specchi che ci contengono, che siamo.
Il Faro, il tuo specchio ogni fine settimana in allegato di posta elettronica.

Commenti

Post più popolari