MADRIGALE


Potrei guardarti un milione di volte
E un milione non basterebbe ancora
Potrei cercarti quando viene sera
E la luce confonde la figura
Che di te conservo, il tuo profumo
Madrigale d'aria di dolcezza
Volo d'ali d'oro che si spezza
Alla nuda consapevolezza
Che sei stella viva nel rimpianto
D'un momento sconfinato e vuoto
Muto cuore quando viene sera
E mi stringe lo sgomento e piange
Ogni fibra di me e s'infrange l'ombra
D'un richiamo che muore lontano
Potrei sentirlo anche adesso se solo
Se solo lo volessi ma rimango
Nell'assente presenza di te
E dopo è tutto il resto che mi manca
Non si compera all'emporio dei sogni
E sognare non coagula realtà
Potrei vederti in un milione d'angoli
Porta aperta su un baratro immenso
Vertiginosa perdita di senso
Da una notte all'altra, alba su alba
Potrei vederti un milione di volte
Ma non è questa la tragedia, il grave
E' che non posso non vederti ovunque
Mi divori d'amore, incubo in me

Commenti

Post più popolari