IL VOLO


Se tu non sai
Cosa scende dal cielo
Un pallore sordo come un velo
Il volo
Di una macchia come un corvo nero
E non c'è
Proprio niente da dire, davvero
Non è cosa che si può spiegare
Perché il volo finisce nel cuore
Va a morigli dentro piano piano
Capolinea dell'ultima corsa
Della metropolitana rossa che
Ora si svuota, eccola deserta
E tu che hai paura dei tuoi passi
Non la sai tu questa malattia
Questa avaria
Che al vento del mondo ti abbandona
Non ci sei
Mentre tutto intorno a te ti sfiora
Non ci sei
Non importa dove ti trascini
Dove giaci fermo di stupore
Se tu non sai
Che è finito l'amore, che sei solo
Con il volo che dal cielo piove
Che si schianta dentro senza senso
Come pesa quello che non c'è
Come è piena di male l'assenza
L'impazienza mentre viene sera
Se tu non sai
A che serve un altro silenzio
Che lo senti rotolare immenso
Per il vicolo di lampioni accesi
Se tu non sai
Che è una chiesa questa vita di pena
E di ruscello, che di notte parla
Con le voce delle stelle e i cani
E dei lampioni che si parlano nel vicolo
E del volo che ti prende d'angolo

Commenti