FARO 30/2016


C'è un'altra libertà, ed è quella di essere liberi. Decenti. Dignitosi. Oppure anche di ferirsi, di uccidersi come si vuole: ma senza alibi, però. Ci sono poi quelli che sono liberi di imbrogliare, di mentire e di ignorare: basta loro infilarsi in un doppiopetto, un sorriso finto, ed eccoli salire... C'è chi si pente per dire, e chi non si pente affatto: chi ha sbagliato tutto, ma gli hanno dato un Nobel (per la Pace, che ironia...); c'è una sentenza che ci restituisce un canto libero, e una serie di libri ambientati in Africa da leggere nell'estate, e c'è un bambino che... Che non c'è più. Tutto questo nel penultimo Faro prima della pausa di ferragosto. Caldo, se vuoi, ma noi teniamo botta. Solo se ti abboni, però.

Commenti

Post più popolari