Omicidio Emmanuel, Fermo spezzata in due

Commenti

  1. Il suo scritto mi disorienta, noto che la coerenza in lei vacilla.
    Non usa più la parola negro (da negritudine come attitudine) tanto difesa in un suo articolo o i leggeri BOOOH ai calciatori "di colore" allo stadio da giovane come sana sportività.
    Questo rimestare nelle notizie come un detective cozza un po' con le critiche ai Gomblottisti o la mancanza di critiche vere su di un prete in cerca di fondi, il sottolineare la donazione di organi...
    La violenza non è tollerabile a va punita per pura giustizia.
    Accedere ad un ostentato buonismo per coprire una questione di comodo è ipocrisia.

    RispondiElimina
  2. La parola negro mi piace, ma nel contesto adatto. Altrimenti si presta a equivoci come quelli che tu cerchi, che poi non sono equivoci ma una sorda, e sordida, insofferenza per la vittima e chi le è sopravvissuto. E neanche posso invitarti ad insegnarmi come si fa la cronaca giudiziaria, perché a quanto pare non hai un nome.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto a don Vinicio, che ho spesso criticato come sicuramente saprai anche se tiri via, perché sei di quei lettori ossessivi che compulsano ogni mia parola, credimi, non ha bisogno di una vedova per raccogliere fondi.

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari