COME FUNZIONA



Si vede che ho toccato un nervo scoperto per molti con la mia critica allo pseudogiornalista Cruciani, il provocatore specializzato in scherzi telefonici: più d'uno si è chiesto, o mi ha chiesto, come possa uno del genere fare il programma che fa alla radio di Confindustria. La risposta provata non ce l'ho ma posso immaginarla. Partendo dal fatto che chiunque stia dove sta ci sta perché qualcuno ce lo ha messo, faccio notare a chi non è del mestiere che in Radio24 uno di quelli che comandano si chiama Sebastiano Barisoni, è un giornalista che si stava lanciando nel movimento “Fare per Fermare il Declino” – aveva anche presentato la prima ed unica kermesse – prima di uscirne in polemica con le balle emerse da Oscar Giannino, che di “Fare” era stato il demiurgo (e che si dice “pronto alla barricate” per difendere il Cruciani, evidentemente considerato insostituibile nella stessa radio che accoglie anche lui). Ora, si dà il caso che Barisoni sia anche l'ispiratore, in pratica, dell'agenzia di giornalisti, veline e gente a vario titolo di spettacolo che si chiama VisVerbi, la quale ha come missione quella di costruire individui e imporli sul mercato mediatico, in concorrenza con altri impresari. A questo punto chiedetevi quale agenzia ha lanciato il Cruciani. Chiedetevi anche la ragione delle ospitate incrociate, e così anche degli amorazzi al guinzaglio, veri o costruiti, tra elementi della medesima agenzia. Infine, se non siete già ubriachi di domande, chiedetevi come mai qualcuno, appena uscito da VisVerbi, comincia a scazzarsi con altri che ci son rimasti e, di colpo, non sono più amici, sodali, complici. Del resto, proprio a Radio24 c'è un valente giornalista, un tempo amico, il quale una decina d'anni fa in una località del sud dove lo avevo chiamato per uno spettacolo, mi confidò: “Parliamoci chiaro, a me lì dentro mi ci ha messo il partito”. E non farò nomi, né di giornalisti, né di partiti. È solo per spiegare, in due parole, come funziona: il raccomandato ha dietro un agente, o agenzia, che dietro ha la politica; quando cambia il vento politico, il raccomandato traballa perché altri con credenziali identiche ma diverse pretendono il suo posto. No eccezioni. Fine della storia.

p.s. Siccome ogni tanto cambia il vento, la permanenza del Cruciani nella suddetta Radio24 pare ultimamente in forse: come per magia, oltre al Giannino di complemento scatta subito Dagospia in soccorso, essendo identico il target: finto cazzeggio che maschera spiate, messaggi, colpi bassi. Ora, non vi chiederò di immaginare quali sinergie abbia la libera Dagospia certe agenzie e anche con un certo giornale lievemente, ma giusto una piuma grillino: potete capire tutto verificando la sponsorizzazione degli individui poco sopra citati, inclusi certi attualmente imputati per riciclaggio e furto di identità digitale. Voilà, moltiplicate l'andazzo per 3,14 e otterrete la quadratura del cerchio dell'informazione, per autodefinizione indipendente e libera, vergine e martire.

Commenti

Post più popolari