Sanremo 2016, le pagelle finali del Festival


Commenti

  1. Seguo Renato Zero da quaranta anni e merita 10 a priori.Detto questo :
    1)i medley simili a quelli già fatti diecine di volte, e in più giù di voce in modo preoccupante
    2)sconclusionato come al solito nei discorsi ma in più vagamente triste e rassegnato
    3)bruttissimo il brano nuovo, uguale a un milione di altri e purtroppo ancora Serio Madonia e i violini. Se il nuovo disco è così continua lo sprofondo inaugurato con Amo.
    ecco, le cattiverie le ho dette io. Vediamo se riesci a migliorare un po' questo deprimente quadretto.
    Lucio

    RispondiElimina
  2. Questa domanda sembrerà banale, ma vorrebbe in realtà non esserlo. Perché un artista come Zero ad un certo punto non riesce più a produrre una cosa decente, quando in passato ha fatto cose neppure pubblicate ufficialmente, che al confronto di quelle attuali sono capolavori: ha a che fare con l'ispirazione, col vissuto, con l'età , o cos'altro ?

    RispondiElimina
  3. E' un mistero che sembra attanagliare molti, forse un po' a sproposito. Provo a dare qualche risposta nell'ebook "Giocare agli indiani", di prossima uscita, qui me la cavo con una diagnosi ruspante: soldi, come profumano 'sti soldi.

    RispondiElimina
  4. Riporto queste parole scritte da Alberto Fortis sul suo profilo. a proposito di Sanremo e della demenzialità di certa musica: "Oggi sono profondamente stanco della demenzialità del mio lavoro,di pensare ad allora e di constatare l'oggi : non mi appartiene,non mi diverte,non mi interessa così com'è.Ma come poteva essere,come lo respiravo allora quando era il mio futuro,quello sì ,è bello." Quelle note sono le stesse e sono più belle nell'aria di allora.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari