Laura Antonelli, morte di una dea sfortunata


Commenti

  1. Salve, oggi per caso mi sono imbattuta nel suo "articolo" su Laura Antonelli e non mi è piaciuto per niente. Non c'è il garbo, non ci sono l'educazione e il rispetto per un' attrice scomparsa, che prima di tutto è stata una Signora. E poi quelle parole in neretto maiuscole a principio di pagina, veramente di cattivo gusto. Tanta frettolosità, tanta pochezza, come accade spesso sul web. Ci sono tanti modi per raccontare la verità ma quello che ha scelto Lei è veramente di bassa fattura.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensare che io ero convinto di averle rivolto un omaggio sentito. Mah, si vede che la vita che uno ha vissuto è colpa di chi la racconta

      Elimina
    2. Io invece l'ho trovato un pezzo molto rispettoso e perfino affettuoso, così come mi commosse un omaggio- mi pare fosse un tweet-in morte di Lilli Carati, tutt'altra storia e tutt'altra attrice, ma anche lei tragicissima. Laura Antonelli, Tortora, Walter Chiari, Califano ( ma non ricordo se in quel caso fu un errore ). Corona no, questa è un'altra storia, anche se perfino lui ha diritto ad una giustizia equa, giusta (e non esemplare, nel senso che non si tratta di dare esempi ).
      Francesco

      Elimina
    3. Per Corona non ci sono stati errori, salvo quello di liberarlo

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari