TENE 'E CCORNA


Porto antiche corna. Antiche quanto? Eh, saranno quasi 30 anni, se ci penso non ci credo. Diplomato dal cuore melassoso, fui irretito, al mare, da una molto più grande e più esperta di me, che doveva sbarazzarsi di un fidanzato psicotico: che avventura, ma senza lieto fine: io tornavo su (a Milano), lei restava giù, come siamo disgraziati. Poi ebbi in sorte di trasferirmi proprio in loco, con famiglia, e mi sentivo miracolato: invece entravo nella gabbia di una storia senza storia. Resistemmo cinque anni, poi un pretesto risolse tutto e io scoprii che la fanciulla perduta era sempre stata devota, però non come pensavo. Mea culpa, uno certe cose deve capirle, torna a bordo, cazzo! Non tornavo a bordo e continuavo a non capire, crogiolandomi nel lutto: a tutti facevo due balle così con la mia tragedia, e ricevendo da tutti il solito inevitabile commento, “buon per te”, li odiavo. Invece avevano ragione, cazzo se avevano ragione. Ma continuavo la mia alienazione, le relazioni sfiorivano come viole e a strangolarle ero io, talebano dei sentimenti che dietro il suo stilnovismo nascondeva un maschilismo clamoroso: non concepivo che una femmina potesse nutrire esigenze di libertà che neppure a me stesso concedevo. Della serie: un bacio è per sempre. Ci ho messo anni a mettere a fuoco questa curiosa demenza, ma nel frattempo m'ero ridotto come Bruno Kirby in Harry ti presento Sally, rassegnato a “vivere solo col mio lavoro”. A quel punto, il destino in forma di comune amica mi presentò la mia futura sposa: ci frequentiamo da 18 anni in questi giorni (se ci penso non ci credo) e pur non essendo mancate le occasioni, anche sfacciate, non ci siamo mai traditi (per quello che ne so). Non perché io continui a credere alla fedeltà come comandamento supremo e neppure all'infedeltà come peccato mortale, anzi sono giunto alla conclusione che questo è un oppio dei popoli che fortunatamente non stordisce più nessuno. Il fatto è che la nostra unione è cresciuta sui sacrifici, sul continuo vicendevole sostegno, e una cosa così non la tieni in piedi senza lealtà assoluta: non esiste, mandare tutto a puttane per una lusinga. E poi non servirebbe a riscattare nel cinquantenne scoppiato una gioventù infantile: prima, dovevo salire a bordo, cazzo; prima, dovevo farmi furbo: adesso, sarei solo un patetico coglione.  

Commenti

  1. Vasco ha annunciato il rinnovo dell' iscrizione al partito radicale. Questo strano movimento, negli anni, ha attirato e coinvolto numerosi esponenti della cultura e dello spettacolo: cito alla rinfusa Pasolini, Sciascia, Tortora, Gassman, Zero,Battiato, Monicelli,Villaggio e tanti altri, anche Cicciolina e Toni Negri per la verità. Si tratta del carisma personale di Pannella, o che altro ?
    p.s.: ovviamente non si tratta di corna. Ti propongo una riflessione per, eventualmente, un articolo se ne avessi voglia. A me interesserebbe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si tratta di endorsement pallonaro, quale è quello degli artisti (già orfani di ritorno, gli è morto un Grillo), i quali credono basti essere tali per compromettersi sempre su tutto senza mai compromettersi su niente.

      Elimina
  2. per quello che ho potuto vedere direi che sono più gli uomini quelli che "un bacio è per sempre",io lo sono.

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari