LA FITTA


E dopo un giorno pioverà ma non sarà la stessa pioggia, sarà il canto di una bandiera, l'abbraccio caldo della sera per dire ch'è cambiato il vento, che non è più quell'aria nera. E allora il mondo riderà, attenderò sul ciglio vago dello spuntare d'una foglia, mi sentirò un po' giù un po' mago per quella fitta che non sbaglia, di primavera che risorge e quasi non ci credo ancora, e prigioniero nella sera io mi rifugio in un pensiero, un battito d'ali d'amore che sa di stretta di dolore di me che aspetto il tuo tornare

Commenti

Post più popolari