Passa ai contenuti principali

SE L'ARTISTA E' GRILLINO

Quant'è saputo lui

Scrive Giovanni Sartori nel suo “Democrazia: cosa è” che gli artisti, quando si occupano di politica, di norma non capiscono niente e tendono a creare danni gravi. Domanda: gli artisti sono stupidi? Più facilmente disadattati, l'artista, spesso, è uno che, se non avesse imbroccato quell'unica strada, sarebbe “un fallito, ma di gran classe”, come ammise lealmente Keith Richards. Ma, più in definitiva, a fregare l'artista è la tipica presunzione: lui si ritiene uno che ha brillato nel suo campo e quindi non deve dimostrare più niente, non deve informarsi nello specifico, ha capito tutto e quello che non sa lo coglie per altre strade, intuitive, tangenziali. Battiato per esempio. Il “non assessore” (ma che scemenza) al turismo siciliano, che, avendo bazzicato, o sfiorato, la mistica di Kundalini, il Khatakali ed altre tematiche di nicchia, si ritiene più colto di Pico de' Paperis e, per quelle strade, crede di poter svolgere un complesso ruolo amministrativo. In soldoni, a far l'assessore glielo insegna Kundalini. Naturalmente, né Battiato né alcun altro si sono smazzati i pesanti libri di diritto, non si sono mai spallati i coglioni con le difficili procedure amministrative, anzi si vantano di essere degli absolute beginners, degli esordienti totali; come Giobbe Covatta, il loro motto è “Basta poco, che ce vo'?”. Oggi, tra gli artisti, va di moda essere grillino, gesto trasgressivo, arditista, gesto d'artista. Battiato ha il background di Kundalini; Fiorella Mannoia, questa Jovanotti in quota rosa che esordì sculettando in tenuta da dominatrix mentre sorseggiava un “caffè nero bollente”, ha la militanza nel PCI, insieme all'amica di acconciatura Sandra Amurri, la cronista del Fatto che di secondo lavoro fa la candidata, sempre trombata, per qualche magistrato; Raffa Carrà è Raffa, e ha fatto “Rumore, rumore, nananaaanaa”, canzone che fa impazzire il grillino Marco Travaglio che la canta roteando la testa; Boncompagni è Boncompagni; Isabella Ferrari era la fidanzata di Boncompagni quando aveva quindici anni, e oggi va in tour con Travaglio contro il bunga bunga, se non ora quando; Renato Zero ha la mitica strada, che gli ha insegnato in una sola dichiarazione a sostenere tutto e il contrario di tutto, con i ribelli ma con la polizia, con i frati ma contro il Vaticano ma con il papa, con la gente ma per i cazzi suoi, con la tradizione ma per il futuro, con la castità ma con la promiscuità; Dario Fo ha il Gramelot, il figlio Jacopo è suo figlio e ha fondato una libera università delle canne da qualche parte in Umbria; poi c'è don Gallo, ma lì anche il Vaticano s'è arreso, lo lasciano libero di fumarsi il suo sigaro che tanto, con le sue sparate filoterroriste, non fa paura a nessuno.
Ci siamo persi qualcosa? Probabilmente sì, ma il campionario basta e avanza. Adesso, tutti questi grillini e grillette della prima ora sono già sinceramente stupefatti del comportamento irresponsabile del Beppe, grande Beppe: ma come, ma non si fa così, ma fallo 'sto governo col PD. Non erano insetti, erano cavalli. Di Troia, absit injuria Battiati. Noi invece non siamo stupiti del loro stupido stupore. Però, tenuto conto che hanno votato una massa di imbecilli che stanno paralizzando un Paese senza fornire alcun apporto tranne 125 milioni di cazzate (ah, sì, giusto, c'era anche Celentano, quello delle pause, insieme alla sempre lucida Mina, quella delle mille bolle blu), sorge la tentazione di prenderli tutti e spedirli nel Kerala, terra del Khatakali, con Battiato come guida. Perché tutta questa artistica gente non ha motivato il suo appoggio a una setta di fanatici altrimenti che scomodando il cambiamento, il nuovo vento, insomma flautolenze. D'artista, ma non meno fetenti.

Commenti

  1. claudio nicolai28 marzo 2013 10:29

    E' già il secondo post in cui parli di Kundalini come se fosse un filosofo o un autore...

    A me risulta che secondo alcune discipline indiane (ad esempio lo yoga o il tantra) LA Kundalini sia un corrispettivo dell'energia divina presente nel corpo umano in forma quiescente. Il risveglio della Kundalini, che si trova alla base della colonna vertebrale, consente il risveglio progressivo dei 7 chakra, attraverso i quali questa energia risale il corpo fino al cranio inducendo uno stato di coscienza superiore denominato Realizzazione del Sè.

    RispondiElimina
  2. A me risulta che i pedanti senza il minimo senso di ironia sono capaci di qualsiasi cosa

    RispondiElimina
  3. Specie quando copiano da wikipedia

    RispondiElimina
  4. meno male che Del Papa c'è !

    RispondiElimina
  5. Beh, è LA Kundalini a darmi energia

    RispondiElimina
  6. Anche se io in verità mi ispiro più a Lino Banfi: "Ti spezzo la quinta vertebra, ti spezzo la noce del capocollo..."

    RispondiElimina
  7. claudio nicolai28 marzo 2013 12:17

    A me risulta che l'ironia, quando non funziona come in questo caso, è espressa male.

    Alla fine della fiera mi costringi a concludere che sei solo un vanesio dall'ego ipertrofico, incapace di accettare qualsiasi relazione che non sia il plauso. Non sei poi così diverso dal tanto detestato Grillo, se ci pensi bene.

    Peccato, sei un'occasione sprecata.
    Passo e chiudo

    RispondiElimina
  8. Non sprecare la tua energia tantrica, e che (la) Kundalini sia con te. Povera patria, passata da Berlusconi a Kundalini, via grillini...

    RispondiElimina
  9. tanto si deve morire presto, inutile incazzarsi

    RispondiElimina
  10. Non si muore, ti spezzano la noce del capocollo e rinasci in forma di energia sgorgata dalla quinta vertebra

    RispondiElimina
  11. volevo solo dire che nessuno si e' preoccupato delle reazioni dei "puristi" in parlamento. tutti a indignarsi per le parole di Battiato, quando basterebbe dire che e' la verita', invece di andare sempre contro qualcuno che va contro. non va mai bene niente, se parlano perche' parlano, se stanno zitti uguale, dateci la ricetta, se ce l'avete!

    RispondiElimina
  12. ma battiato intellettuale schierato dalla parte dei deboli e schifato dal potere che cuccuruccù-suonava per saddam hussein e alle feste di alleanza nazionale è troia oppure no?
    le risposte possibili: 1) che c'entra 2) un musicista suona dove lo chiamano.
    vit

    RispondiElimina
  13. 3) il M° Battiato è colto. 4) Kundalini è un princìpio vitale

    RispondiElimina
  14. Battiato ha cantato anche per Fiorito:
    http://www.ilmessaggero.it/roma/campidoglio/fiorito_quei_100_mila_euro_a_battiato_per_la_festona_ad_anagni/notizie/220462.shtml

    Anche le Troie vanno dove le chiamano-pagano, proprio come gli "artisti" (tra virgolette, perché definire artista Battiato mi sembra eccessivo. A parte pochissimi pezzi ascoltabili- tipo LA STAGIONE DELL'AMORE , tutto il resto è merda pseudo-intellettuale, e pessime canzonette commerciali tipo LA CURA)

    RispondiElimina
  15. Tu Andrea sei solo un ignorante e soprattutto non andrai mai in Tibet e ritrovare la tua essenza spirituale

    RispondiElimina
  16. ma la kundalina è troia ?

    RispondiElimina
  17. Questo solo il Maestro può saperlo

    RispondiElimina

Posta un commento